Andrea Dovizioso: “Ho goduto molto per la pole. Voglio fare più di Casey Stoner”

Andrea Dovizioso e Valentino Rossi a Motegi (getty images)
Andrea Dovizioso e Valentino Rossi a Motegi (getty images)

La pole position conquistata nel Gran Premio del Giappone a Motegi è una grandissima soddisfazione per Andrea Dovizioso e il team Ducati. Era dal 2010 che una Rossa di Borgo Panigale non iniziava dalla prima fila, dai tempi leggendari di Casey Stoner, un mito che non si può dimenticare. E il paragone, almeno per oggi, è sulla bocca di tutti…

 

“Mi fa piacere che mi si accosti a Casey, è un onore – ha dichiarato Dovizioso -. Siamo caratterialmente molto diversi ma quello che faceva in pista era incredibile. Spero di riuscire a ottenere ancora più di lui”.

 

Con il passare delle settimane la Desmosedici sembra avvicinarsi alle moto ufficiali Honda e Yamaha e molti degli aggiornamenti studiati da Gigi Dall’Igna ancora devono essere applicati. Per ora il Dovi si può gustare la pole, un piccolo traguardo insperato ad inizio stagione “E’ qualcosa di speciale, non avrei pensato che fosse possibile a inizio anno ma abbiamo fatto un passo in avanti decisivo. Ho goduto molto, sia dal punto di vista agonistico che personale. Sono consapevole del livello degli avversari, ma io proverò a lottare per il podio”.

 

Il merito è da attribuire in gran parte all’arrivo dell’ingegnere Dall’Igna: “Fino ad ora ha lavorato su un progetto esistente ma sarà la GP 15 a fare la differenza. Comunque fino a ora – ha concluso il pilota forlivese – do 10 e lode a Gigi”.

 

 

Redazione