MotoGP Yamaha, Silvano Galbusera: “Valentino Rossi non è normale”

Sebbene Valentino Rossi abbia raggiunto i 35 anni, un’età considerata ‘pensionabile’ nella MotoGP, ha dimostrato più volte in questa stagione di poter girare a grandi livelli e con il passo dei giovani big. Merito anche del nuovo capo tecnico Silvano Galbusera che ha sostituito l’australiano Jeremy Burgess nei box.

 

In un’intervista rilasciata in esclusiva a Bikesport News Galbusera ha parlato del campione di Tavullia e delle sue incredibili capacità di raccogliere informazioni sulla moto: “A volte è meglio di un registratore dati. Valentino Rossi va veloce, ma allo stesso tempo ha tempo sufficiente per capire il comportamento della moto e capire tutto ciò che c’è attorno, le gomme, il motore, l’elettronica – ha affermato il capo tecnico del Dottore -. Inoltre, durante la gara si concentra, ma deve cercare di pensare alla moto per cambiare le diverse mappature o al freno motore”.

 

Un lavoro tutt’altro che semplice per qualsiasi pilota, ma in questo vige la grande esperienza del pesarese: “Non è facile fare ciò che fa, mentre sta andando veloce. Normalmente, quando si va veloce si è concentrati al 100% su quanto si va forte – ha spiegato Galbusera -. A quanto pare però credo che lui usi il 90 per cento della sua concentrazione ma mantenga un certo margine per analizzare tutti gli altri dati, il comportamento della moto, delle gomme e tutto il resto. Non è facile. In realtà, non è normale”.

 

 

 

Redazione

 

Silvano Galbusera (getty images)
Silvano Galbusera (getty images)