Incidente Jules Bianchi, Montezemolo: “Pensavamo a lui per la terza macchina”

Come moltissimi fan e appassionati di Formula 1 (e non solo), anche l’ex presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo segue da vicino il “caso” di Jules Bianchi, il pilota francese rimasto vittima di un terribile incidente ieri durante il GP del Giappone. “In caso di terza macchina lui era il nostro candidato – ha confidato questo pomeriggio ai colleghi della Gazzetta dello Sport, a margine di una visita al Salone Nautico di Genova -. Queste tragedie devono far riflettere se qualcosa non ha funzionato. Altre volte abbiamo fatto corse in quelle condizioni e non è successo niente… L’importante però è capire il perché per evitare che accada di nuovo”.

“Sono molto triste per quello che è accaduto ieri a questo ragazzo – ha aggiunto -, un ragazzo che è nato con noi e a cui pensavamo come nostro pilota del futuro”.

“Se come penso si dovranno schierare tre macchine l’anno prossimo – ha sottolineato – pensavamo a lui per la terza macchina in gara e sarebbe stato perfetto per i prossimi anni. Spero solo di avere qualche notizia positiva”.

Redazione

Jules Bianchi (Getty Images)
Jules Bianchi (Getty Images)