Formula1, ufficiale: Sebastian Vettel pilota Ferrari dal 2015

Durante la notte del Gran Premio di Suzuka dal paddock Red Bull sono arrivate le prime conferme ufficiali sull’addio di Sebastian Vettel, notizia trapelata da giorni, se non settimane, sulla stampa internazionale. A darne conferma è stato Christian Horner, boss del team angloaustriaco, che ha nominato Daniil Kvyat come sostituto del quattro volte campione del mondo.

 

 

“Seb è stato in Red Bull per 15 anni come giovane pilota e come pilota di Formula 1 – ha affermato Horner a Ted Kravitz di Sky Sports UK -. Ci ha informato la scorsa notte e ovviamente ha avuto delle ragioni per fare questa scelta. Non penso che l’abbia fatto a cuor leggero. Ma se ha il desiderio di andare da qualche altra parte, allora è giusto che segua la sua strada. Abbiamo raggiunto tantissimi risultati insieme, abbiamo vinto tanto, abbiamo avuto grandi momenti, dentro e fuori dalla pista e guarderemo al passato con affetto… Dal primo gennaio sarà un avversario. Sarà un pilota Ferrari”.

 

 

In un comunicato ufficiale diramato poco fa dal team Red Bull si legge: “Vogliamo ringraziare di cuore Sebastian per il ruolo incredibile che ha avuto negli ultimi sei anni di Infiniti Red Bull Racing. Da quando è entrato nel team, nel 2009, Sebastian, insieme a Infiniti Red Bull Racing ha conquistato 38 vittorie, 44 pole ed otto campionati del mondo, rispettivamente quattro titoli piloti e quattro Costruttori. Se tra i successi di Sebastian includiamo anche quello che ottenne a Monza con la Scuderia Toro Rosso, le vittorie salgono a 39 e i podi 45”.

E continua: “Auguriamo a Sebastian il meglio per il proseguimento della sua carriera, ma al contempo guardiamo anche al futuro con entusiasmo, dal momento che il posto vacante fa strada alla prossima generazione di piloti Red Bull. Siamo lieti di annunciare che, per il 2015, Daniel sarà affiancato da un altro astro nascente del Programma Junior, Daniil Kvyat”.

 

Dal canto suo il pilota tedesco, al termine delle qualifiche del GP del Giappone, ha annunciato la sua nuova sfida: “Credo che non importa quello che fai, nella vita è sempre una sfida”, ha confessato Vettel. “Non è che me ne vada perché non mi piace dove sto o perché è andata male quest’anno, non è questo il motivo… ma alla fine credo che si debba seguire il cuore, ascoltare se stesso e la voce dentro di me diceva che era tempo di fare qualcosa di nuovo”.

 

 

Redazione

 

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen (getty images)
Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen (getty images)