MotoGP, Dani Pedrosa: “Io e la Suzuki? Non c’è mai stato nulla di serio”

All’inizio di questa stagione si è molto parlato di un possibile “divorzio” tra Dani Pedrosa e la Honda e di un suo passaggio alla Suzuki. Voci poi smentite dallo stesso pilota spagnolo, che ha rinnovato per altri due anni il contratto che lo lega al team capeggiato dal campione del mondo Marc Marquez.

In un’intervista esclusiva ai colleghi di MCN, Pedrosa ha spiegato che “non c’è mai stato nulla di serio con la Suzuki… era soprattutto un’esigenza loro”.

“Ho sempre detto che la proposta era lusinghiera – ha precisato -, ma non abbiamo mai avviato una seria discussione, perché la mia priorità era semplicemente quella di trattare con il mio team attuale e vedere cosa succedeva”.

“Da molti anni adotto sempre la stessa strategia – ha aggiunto -, ossia confrontarmi innanzitutto con le persone con cui lavoro e poi, se non c’è altra possibilità, rivolgermi agli altri. Ma la cosa è cominciata e finita con la Honda”.

Sarebbe stato rischioso abbandonare la Honda, che oggi gode di una posizione di dominio, per scommettere sul nuovo competitor Suzuki? “Dipende da cosa si intende per ‘rischioso'”, è la laconica risposta di Pedrosa.

“Io voglio correre bene e vincere. Non mi piace gareggiare per il quinto o il sesto posto, e tutti i miei sforzi sono mirati al podio. E’ così che mi diverto, ed è così che do senso a questo sport”.

Redazione

Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)