MotoGP: le cadute più memorabili di Valentino Rossi (FOTO)

Il GP di Aragon 2014 passerà sicuramente alla storia del Motomondiale come una delle corse più “pazze” e imprevedibili di tutti i tempi, soprattutto per via delle cadute a ripetizione di cui sono rimasti vittima i “big” della disciplina, a partire naturalmente da Valentino Rossi.

La moto del campione della Yamaha è scivolata sull’erba sintetica per poi schiantarsi sull’asfalto: attimi di terrore per il Dottore, poi il sollievo per la Tac che ha riscontrato un trauma cranico senza versamenti.

Non è la prima volta, tuttavia, che il 46 delle MotoGP si rende protagonista di incidenti improbabili quanto “spettacolari”. Ecco una rapida carrellata dei procedenti più significativi.

– MUGELLO 2010

Nel 2010 l’allora campione del Mondo in carica Valentino Rossi era in procinto di conquistare il 10° mondiale. Durante le prove libere sul circuito di casa, tuttavia, uscì dalla curva Biondetti uno e fu sbalzato dal posteriore. Risultato: frattura scomposta ed esposta di tibia e perone della gamba destra, che lo costrinsero a saltare 4 gare prima di tornare in pista (e a chiudere la stagione con un terzo posto finale, dietro a Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa).

(Getty Images)
(Getty Images)

– JEREZ 2011

In quella che fu la seconda gara del suo primo anno in Ducati, Valentino Rossi partì solo 12° e cercò subito di passare nel gruppo di testa. Nella fase di recupero, però, arrivò lungo, toccò Casey Stoner ed entrambi finirono a terra. Il pesarese riuscì a riprendere la corsa e chiuse quinto, mentre l’australiano dovette rassegnarsi alla débacle. I due piloti furono poi protagonisti di un botta-e-risposta al vetriolo rimasto negli annali della MotoGP.

(Getty Images)
(Getty Images)

– MUGELLO 2013

Ancora al Mugello Valentino Rossi resta coinvolto in un brutto incidente con Alvaro Bautista. Il pilota spagnolo tenta di chiudere la traiettoria al Dottore ed entrambi finiscono a tutta velocità contro le barriere. Lo spavento è enorme, ma fortunatamente non ci sono gravi conseguenze fisiche.

(foto dal Web)
(foto dal Web)

Redazione

(Getty Images)
(Getty Images)