MotoGP Aragon, Carlo Pernat: “Dopo Misano ci si aspettava di più da Valentino Rossi”

Carlo Pernat (getty images)
Carlo Pernat (getty images)

Il Gran Premio di Aragon 2014 è stato contraddistinto dalle numerose cadute, fortunatamente senza conseguenze, di piloti del calibro di Marc Marquez, Dani Pedrosa, Valentino Rossi, Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. Alla fine a spuntarla è stato il ‘furbo’ Jorge Lorenzo che è stato repentino nel cambio moto. A fare una chiara analisi della gara è il solito Carlo Pernat sulle colonne di Gpone.com.

 

“Questo di Aragon può essere definito il Gran Premio degli errori dove solo una persona, furba ed intelligente come Jorge Lorenzo ha potuto vincere. Ma chi ha sbagliato? Sicuramente Pedrosa e Marquez che hanno fatto veramente una gara da principianti continuando a restare in pista sotto la pioggia con le gomme slick – ha detto il manager ligure -. Lì il team secondo me avrebbe dovuto mettersi d’accordo fin dall’inizio e segnalare opportunamente la situazione e magari mettere il cartello ‘box’ fuori. Ma forse l’accordo era proprio quello di lasciare i piloti liberi, anche se secondo me è sbagliato, perché una segnalazione il pilota la deve sempre avere”.

 

Tanto di cappello per Jorge Lorenzo che finalmente è tornato alla vittoria, la prima in questa stagione: “Grande Lorenzo perché ha vinto con intelligenza e furbizia ed è tornato ad essere il pilota che è. Valentino sfortunatissimo ma in tutto il fine settimana non è sembrato a posto – ha sottolineato Pernat -. E’ andata bene ma sinceramente dopo Misano ci si aspettava di più da Rossi”.

 

 

 

Redazione