MotoGP Ducati, Andrea Iannone: “GP14.2 diversa in frenata, ma possiamo migliorare”

Sebbene in gara la sua Ducati non sia ancora all’altezza delle big, nelle prove libere Andrea Iannone dimostra di poter essere molto veloce. E ad Aragon chiude il venerdì con il miglior tempo nelle FP1 e il quarto crono nelle FP2, dopo aver testato sia la GP14 che la nuova GP14.2 provata nei giorni scorsi al Mugello.
“Siamo andati bene, questa mattina abbiamo fatto il miglior tempo con la GP14.2, ma era difficile fare un paragone, perchè la GP14 aveva un motore da cambiare e si perdeva molto in rettilineo – ha spiegato il pilota abruzzese -. Nel pomeriggio sono andato bene con tutte e due le moto. Sono partito con la GP14 e sono stato subito veloce, molto vicino al tempo delle FP1 e poi sono salito sulla GP14.2 per capire se potessi migliorare, ma su questa abbiamo riscontrato un “problema” in frenata, devo infatti fare molta pressione sulla leva del freno. Dobbiamo analizzare i dati e capire perchè questo accade solo sulla GP14.2 – ha aggiunto Iannone -. Ho anche messo la gomma morbida, ma non sono riuscito a sfruttarla al 100%, ho fatto molta fatica perchè ho incontrato traffico”.

Ma piccoli segnali positivi sono già evidenti: “La moto è più stretta e quindi mi trovo meglio in sella. Riesco a sporgermi di più sia in ingresso che in uscita di curva ed è una cosa positiva. Ora bisogna lavorare per capire dove possono essere altri vantaggi. Ancora non abbiamo sfruttato appieno il nostro potenziale”, ha concluso il rider Pramac.

 

 

Redazione

 

 

Andrea Iannone (getty images)
Andrea Iannone (getty images)