MotoGP, Giacomo Agostini: “Il problema di Valentino è che ha già 35 anni”

Uno degli ospiti d’eccezione ai box Yamaha durante il GP si Misano è stato Giacomo Agostini. Il quindici volte campione del mondo ha seguito da lì la gara di Valentino Rossi e il suo ritorno alla vittoria: “Quello che abbiamo visto a Misano è stato bellissimo per il motociclismo italiano ha dichiarato ai colleghi del sito spagnolo as -. Poter vedere vincere di nuovo Valentino Rossi in casa, è stato qualcosa di straordinario”.

Secondo il grande Ago, il trionfo del Dottore non è stato favorito dalla défaillance di Marc Marquez: “Anche se Marc Marquez è caduto – ha sottolineato -, Valentino era davanti a lui quando è successo. Questo non è da sottovalutare… Sicuramente con Marc in pista fino alla fine sarebbe stato più difficile, lo spagnolo non cede mai, ma credo che questa volta Valentino avrebbe potuto vincere in qualunque caso”, perché “ogni volta che Marc lo superava, lui lo passava nell’immediato. Ha dimostrato che non lo temeva e che aveva la forza sufficiente per piegarlo”.

Inevitabile un accenno alla possibilità che il Pesarese riesca a battere il record di 123 vittorie detenuto da Ago, ora che è salito a quota 107. Esiste davvero questo “rischio”? “Se vince una gara all’anno, no – ha risposto con una risata -. E se dovesse succedere lo fermerò prima… Tra i due è forse Marquez quello di cui dovrei avere paura, ma in realtà non mi preoccupa nessuno dei due, perché se batteranno i miei record si parlerà di Agostini che è ormai un pilota del passato…”. “Il problema di Valentino – ha concluso – è che ha già 35 anni e Marquez solo 21. È più pericoloso Marc per i miei record”.

Redazione

(Getty Images)
(Getty Images)