F1 Ferrari, Fernando Alonso: “La safety car è arrivata nel momento peggiore”

Il GP di Singapore si chiude per la Ferrari e Fernando Alonso con la soddisfazione di aver portato a termine un’ottima gara, ma anche un po’ delusione per aver mancato quel podio che oggi sembrava a portata di mano: “Avevamo impostato una buona strategia – ha dichiarato il pilota al termine della gara -, perché eravamo secondi e stavamo guadagnando secondi sul terzo. La safety car probabilmente è arrivata nel momento peggiore per noi. Se non avessimo fatto il pit stop avremmo dovuto aprire un gap di 27″ perché eravamo con le supersoft. Hamilton ci è riuscito, ma aveva un passo migliore di due secondi al giro. Per noi non sarebbe stato possibile, quindi credo che abbiamo adottato la strategia giusta”.

Alonso resta convinto che si sarebbe potuto e dovuto portare a casa un risultato migliore: “Forse se avessimo messo le morbide quando le hanno messe anche le Red Bull non saremmo dovuti rientrare con la safety car – ha detto ai giornalisti -, ma è facile dirlo con il senno di poi. Anche alla partenza avevo avuto un ottimo scatto, ma poi sono andato lungo alla prima curva e quindi ho dovuto cedere la posizione a Vettel, quindi forse ci sono tante cose che vorremmo cambiare, ma purtroppo non è possibile. Comunque resta una bella sensazione lottare con quelli davanti e staccare di parecchio quelli che seguono. Noi quattro avevamo qualcosa in più a livello di passo”.

Purtroppo, però, è mancato ancora qualcosa per agguantare il podio: “Eravamo competitivi ed avevamo gomme più fresche rispetto alle Red Bull – ha concluso Alonso -. Ho fatto il possibile per provare a sorpassarle, ma su questo circuito non è per niente facile”.

Redazione

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)