Michael Schumacher: 125.000 euro a settimana per la riabilitazione a casa

L’ex pilota di F1 Michael Schumacher è assistito 24 ore su 24 da un’équipe di 15 specialisti in quella che è una sorta di mini-clinica allestita nella sua villa in Svizzera.

Secondo quanto riporta il ‘Daily Mirror’, le spese per la riabilitazione a casa ammontano a circa 125.000 euro a settimana, tra stipendi dello staff e noleggio delle apparecchiature.

Un portavoce della clinica di Losanna che il sette volte campione del mondo ha lasciato la scorsa settimana ha confermato di aver formato l’équipe di esperti che dovrebbero aiutarlo a tornare a una vita normale: “Stiamo seguendo le cure – ha dichiarato -, manteniamo i contatti e rimaniamo a sua completa disposizione”.

Manfred Spitzer, direttore sanitario di una clinica specializzata tedesca, ha dichiarato al quotidiano tedesco Bild: “Non conosco le condizioni in cui si trova Schumacher, ma se sono stabili, allora il ritorno nell’ambiente familiare può certamente essere di aiuto”. “Gli stimoli emotivi – ha aggiunto – sono molto importanti per i pazienti che hanno subito un grave trauma cerebrale”.

Alla fine dell’anno il padre di Schumi, Rolf Schumacher, lascerà la Germania per trasferirsi in Svizzera, poco lontano dalla sontuosa villa dell’ex pilota, per assistere Schumi e aiutare sua moglie Corinna.

Secondo quanto è trapelato finora, i figli dell’ex pilota, Mick e Gina, rispettivamente di 15 e 17, stanno tutti i giorni ore e ore al suo capezzale.

Redazione

(Getty Images)
(Getty Images)