Multa in zona blu: ecco quando può essere annullata

La multa in zona blu può essere annullata se nelle vicinanze non ci sono parcheggi gratuiti. A stabilirlo è la Corte di Cassazione, che con una sentenza emessa il 3 settembre scorso ha ricordato come, se tale principio non viene rispettato, la sanzione decade.

Nella fattispecie, gli ermellini hanno annullato una multa inflitta a una cittadina di Napoli colpevole di aver pagato il ticket per il posteggio sulle strisce blu, riaprendo un “caso” che era già esploso nel 2007 – in tempi di ristrettezze di bilancio – ha subito messo in allarme decine e decine di amministrazioni comunali. La donna ha presentato ricorso sostenendo – e dimostrando – che la zona era priva di strisce bianche, contrariamente a quanto prevede il Codice della Strada.

L’obbligo di “affiancare” strisce bianche e blu vale infatti per tutti i centri urbani, a esclusione delle zone a traffico limitato e delle aree pedonali o di particolare rilevanza urbanistica.

Secondo quanto riporta il Corriere del Tirreno, inoltre, la sentenza ha anche attribuito ai Comuni l’obbligo di dimostrare la presenza dei parcheggi o l’approvazione della delibera istituisce un'”area di particolare rilevanza urbanistica”.

Redazione

(foto Twitter)
(foto Twitter)