MotoGP Ducati, Andrea Dovizioso: “La Desmosedici ha un carattere ‘ignorante'”

Il Gran Premio di Misano non è stato indimenticabile soltanto per la vittoria di Valentino Rossi, ma anche per il quarto posto di Andrea Dovizioso che davanti ai suoi tifosi chiude in quarta piazza. Un risultato che ad inizio stagione sembrava impossibile, ma la Ducati sta facendo piccoli passi per ritornare al vertice già dalla prossima stagione.

“Sono stato 35 secondi più veloce rispetto allo scorso anno. È la dimostrazione del passo avanti che abbiamo fatto in questa stagione, ma non è quello finale, è l’inizio”, ha dichiarato il forlivese. “E’ stata un’altra giornata positiva ma non siamo ancora così vicini per lottare per il podio o la vittoria. Non ho mai avuto il passo di Pedrosa, perdevo molto in tre curve e rischiavo tanto per recuperare nei punti dove ero più veloce – ha proseguito il Dovi -. Guidavo impiccato, non ho potuto fare una vera strategia per attaccare Dani. Mi ha aiutato il fatto che lui commetteva qualche errore e mi dava la possibilità da recuperare”.

Andrea Dovizioso non sembra nutrire grandi aspettative dalla nuova moto che arriverà ad Aragon… “Non penso che ci farà fare quel passo avanti che ci serve, per quello bisognerà aspettare – ha precisato -. Novità non è sinonimo di miglioramento ma mi fido di Dall’Igna e il prossimo martedì la proverò al Mugello. La Desmosedici va guidata in moto aggressivo, mentre con Yamaha e Honda è l’opposto. Fa parte del suo carattere, è un po’ ‘ignorante’, penso che la GP15 sarà diversa ma non sarà un male se rimanesse un po’ maschia”.

E sulla vittoria di Valentino Rossi… “Gli faccio tanto di cappello, ha già una certa età e arriva da degli anni difficili – ha sottolineato Dovizioso -. Lui continua sempre a crederci e questo atteggiamento fa la differenza. È la dimostrazione che non bisogna mai mollare”.

 

 

Redazione

 

 

Andrea Dovizioso (getty images)
Andrea Dovizioso (getty images)