Michael Schumacher, un’équipe di 15 specialisti per la riabilitazione

Un’equipe di 15 specialisti (tra medici, infermieri e terapeuti) incaricati di assistere minuto per minuto Michael Schumacher nel percorso di riabilitazione. Così, secondo quanto riporta il quotidiano tedesco ‘Bild am Sonntag’, l’ex campione di F1 potrà proseguire dalla sua casa di Gland, sulle rive del Lago di Ginevra, la fase di recupero dopo il terribile incidente di cui è rimasto vittima ormai quasi un anno fa.

“Gran parte della squadra che è ora responsabile di seguire i progressi di Michael è stata formata dai nostri specialisti – ha dichiarato il portavoce della clinica CHUV di Losanna, Darcy Christen -. Continuano loro i trattamenti, noi continuiamo a essere in contatto e siamo a disposizione”.

Com’è noto, in seguito a una caduta con gli sci sulle alpi di Méribel, il 29 dicembre 2013, Schumacher ha subìto una grave lesione alla testa. L’ex pilota è rimasto in coma artificiale fino al 16 giugno, quando è stato trasferito dall’ospedale di Grenoble alla clinica di Losanna.

La sua portavoce, Sabine Kehm, ha annunciato qualche giorno fa il suo ritorno a casa, confermando che “Negli ultimi mesi e settimane ci sono stati buoni progressi, ma ha ancora una strada lunga e difficile davanti”.

 

 

Redazione

(foto Twitter)
(foto Twitter)