MotoGP, Jorge Lorenzo: “Con Yamaha il meglio deve ancora venire”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo ha negato di aver mai preso in seria considerazione un passaggio alla Ducati o alla Suzuki nel 2015.

Lo spagnolo ha rinnovato il contratto per altri due anni con la Yamaha alla vigilia del recente MotoGP di Indianapolis, mettendo così a tacere le sempre più insistenti indiscrezioni su un nuovo “matrimonio” con la casa di Borgo Panigale.

Anche il suo manager, Albert Valera, ha avuto colloqui con la Suzuki, ma nessuno è riuscita a convincere il 27enne a lanciarsi nella scommessa più rischiosa della sua vita lasciando la Yamaha.

Lorenzo ha sempre dichiarato che, in sede di trattativa per un nuovo ingaggio, la sua priorità assoluta è sempre stata quella di assicurarsi la macchina più competitiva: ecco perché lasciare la YZR-M1 per una Ducati o una Suzuki sarebbe apparsa una scelta quanto meno bizzarra.

“Suzuki è lontana dal circuiti di gara da un po’ di tempo – ha spiegato Lorenzo ai colleghi di MCN – e per loro non sarà facile rientrare e competere ad alti livelli… Quanto alla Ducati, conosco Gigi Dall’Igna dai tempi dell’Aprilia nella classe 250 e sono sicurò che farà grandi cose”.

“Ducati – ha aggiunto – ha bisogno di un po’ più di tempo per arrivare al top e probabilmente preferisce avere prima un’ottima moto e poi un pilota eccellente”.

“Ma la cosa più importante – ha precisato – è che sono sempre stato molto vicino alla Yamaha e abbiamo raggiunto grandi risultati insieme, per cui credo che il meglio debba ancora venire”.

“Penso che sebbene la stagione non sia andata tanto bene finora, in condizioni normali con Yamaha posso ancora vincere gare e lottare per il campionato, quindi per il momento è questa la soluzione migliore per entrambi”.

Redazione