MotoGP, Jorge Lorenzo: “Mai contattato da Shuhei Nakamoto”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Come forse ricorderete, nel 2012, al momento della firma del nuovo contratto, Jorge Lorenzo fu a un passo dall’approdo in Honda.

Ma un misterioso “disguido” tra l’HRC, Yamaha e il suo agente fecero saltare la trattativa, e il maiorchino si lego alla Casa di Iwata per altre due stagioni.

Visto che nei mesi scorsi Shuhei Nakamoto, il vice-presidente dell’HRC, ha più volte dichiarato l’intenzione di contattare Lorenzo, si poteva pensare che non fosse mai venuto meno l’interesse, da parte della Honda, a ingaggiarlo nel suo team.

Eppure, senza grande sorpresa, l’HRC ha prorogato il contratto di Pedrosa per altre due stagioni e, dopo lunghe trattative, Yamaha ha fatto lo stesso con Lorenzo.

Secondo il due volte campione del mondo, che ha sempre e solo dichiarato di voler restare dov’era, gli annunciati “contatti” in realtà non ci sono mai stati.

“Due anni fa hanno fatto di tutto perché passassi con loro – ha detto riferendosi ai responsabili dell’HRC – ed effettivamente Nakamoto ha detto più volte che avrebbe voluto contattarmi, ma non è mai successo. Non so perché, forse hanno cambiato idea… Il motivo dovete chiederlo a lui, ma la mia priorità è sempre stata quella di firmare con Yamaha, quindi sono contento di averlo fatto”.

C’è da dire che mettere due leoni come Marquez e Lorenzo nella stessa gabbia probabilmente non sarebbe stata la scelta più saggia da parte dei manager nipponici…

Redazione