MotoGP Brno, Carlo Pernat: “Lorenzo e Valentino sono stati battuti e bisogna dirlo…”

Carlo Pernat (Getty Images)
Carlo Pernat (Getty Images)
“Nel giorno della prima sconfitta di Marquez, che nessuno immaginava, la Honda ha dato comunque la paga a tutti. È inutile girarci intorno, Marc è un fenomeno, Pedrosa è tecnicamente il pilota più pulito, ma anche se Marquez ha avuto problemi la Honda ha comunque vinto. Il gap con la Yamaha è veramente alto, devono essere contenti”. Questa l’analisi “controcorrente” di Carlo Pernat, il decano degli esperti di MotoGP, che in un’intervista ai colleghi di GPOne si è lasciato andare a una serie di interessanti considerazioni sulla gara di Brno.

“Si è tornati in quei tempi in cui se hai una Honda vinci – ha affermato il manager genovese -, come in passato quando se un pilota si lamentava veniva cacciato. Mi ricordo di Lawson mandato via perché diceva di essere lui a vincere. Yamaha sta lavorando bene, è arrivata a dei livelli mai raggiunti. Ora è forte anche di motore e ha due signori piloti. Lorenzo e Valentino sono stati battuti e bisogna dirlo”.

“La Ducati – ha aggiunto – ha fatto dei grossi passi avanti rispetto all’anno scorso e non solo per il regolamento. Le evoluzioni di motore sono state interessanti e ci saranno dei test importanti la prossima settimana a Misano. Penso che prima della fine dell’anno farà un altro passo in avanti. A Brno intanto hanno dimezzato lo svantaggio. La gestione di Dall’Igna ha dato un impulso positivo sia dal punto di vista tecnico che di metodo…”.

Redazione