MotoGP, Andrea Iannone: “Brno pista Ducati, Rossi nel 2011 chiuse a 8″ dal primo”

Andrea Iannone (getty images)
Andrea Iannone (getty images)

 

 

Sul tracciato di Brno Andrea Iannone non avrà a disposizione il nuovo motore Ducati, ma potrà provare la nuova carena, anche se resta ancora l’amaro in bocca per il problema accorso alla GP14 a Indianapolis, dove il pilota Pramac è stato costretto al ritiro. Ora arriva l’undicesima tappa in Repubblica Ceca e il pilota abruzzese ha una gran voglia di riscatto…

“Anche questa storicamente è una pista Ducati – ha dichiarato Iannone -. Qui Rossi nel 2011 chiuse a otto secondi dal primo, quindi speriamo che sia positiva. Non mi vengono in mente altre piste dove potremmo essere più vicini, Austin ad esempio doveva essere una pista ostica e invece eravamo andati bene”.

 

Per la nuova moto si dovrà attendere ancora qualche mese… ““Non ho ancora parlato con Gigi (Dall’Igna, ndr) ma non sarà un grande problema. Prima devo definire quale sarà la mia squadra, quali saranno i miei ingegneri, poi penseremo alla moto. Mi fido del lavoro di Gigi – ha aggiunto Iannone – quindi non è così fondamentale averla prima”.

 

 

Redazione