MotoGP 2014, team manager Yamaha: “Non siamo al livello di Marc Marquez”

La Honda di Marc Marquez e la Yamaha di Jorge Lorenzo (getty images)
La Honda di Marc Marquez e la Yamaha di Jorge Lorenzo (getty images)

 

 

A nove gare dal termine il Mondiale 2014 sembra ormai segnato dalla vittoria imminente di Marc Marquez, vincitore di nove gare su nove. Una stagione difficile per Movistar Yamaha MotoGP, delusa dalle prestazioni poco brillanti e da qualche errore di troppo di Jorge Lorenzo. Anche se l’inattesa ascesa di Valentino Rossi ha quantomeno lasciato un sorriso che fa ben sperare in vista del prossimo campionato.

Ma c’è ancora metà Mondiale davanti, nove gare in cui Jorge Lorenzo potrebbe tornare alla vittoria per risollevare il morale e nel paddock sono tutti pronti a scommettere sul maiorchino. A cominciare dal team manager Wilco Zeelenberg che,  in alcune recenti dichiarazioni rilasciate a Speedweek, ha difeso il suo pupillo…

 

“Nessuno può negare che Jorge al momento non sia nella fase migliore della sua carriera in MotoGP, ma Marc ha surclassato Dani Pedrosa nel peggiore dei modi – ha affermato Zeelenberg -… Sarebbe giusto per me fare confronti tra Marc e Dani, perché i due guidano la stessa moto, e Marquez è il campione del mondo”.

Ma bisogna fare onore alla Honda di Marc Marquez che al momento non ha rivali: “(Lorenzo, ndr) si è rassegnato al fatto che Marc sia l’uomo del momento e che dovrà lottare per tornare là davanti. Jorge vuole battere Marc, e questo lo sappiamo tutti – ha aggiunto il team manager della Yamaha -. Stiamo migliorando, come dimostrato dal terzo posto in Germania, ma al momento non siamo ancora allo stesso livello di Marc Marquez e dei nostri avversari: non è un grande segreto, tutti i tifosi lo possono vedere – ha confessato -, ma stiamo lavorando per migliorare la situazione”.

 

 

Redazione