Michael Schumacher: il presunto ladro della cartella clinica è stato trovato morto

Michael Schumacher (getty images)
Michael Schumacher (getty images)

 

 

La leggenda di Michael Schumacher si alimenta di un nuovo giallo. In una cella del carcere di Zurigo è stato trovato morto il sospettato del furto delle cartelle cliniche del pilota, durante il trasferimento da Grenoble a Losanna. A darne notizia è stata la polizia elvetica, ma non è stata divulgata l’identità. L’imputato, che aveva respinto ogni accusa, era stato arrestato il giorno prima ed è stato trovato impiccato. Il procuratore di Zurigo ha aperto un’inchiesta sull’accaduto.

Da subito le indagini degli inquirenti si erano concentrate sulle ditte contattate per il trasferimento di Schumacher e che avevano ricevuto la documentazione sanitaria. Fra questa c’era la Rega che ha effettuato il trasporto via terra. A questo punto gli investigatori, seguendo l’indirizzo IP del ladro, sono risaliti al computer utilizzato per cercare di vendere alcuni dati della cartella clinica. Ma il dirigente è stato rintracciato e stamane si è ucciso. Ma per la Procura di Zurigo vale la “presunzione d’innocenza”.

 

 

Redazione