MotoGP, Stefan Bradl: “Sto firmando con Yamaha, non sono più il benvenuto in HRC”

Stefan Bradl (Getty Images)
Stefan Bradl (Getty Images)

 

 

Ormai non è più un mistero: l’ex iridato della Moto2 Stefan Bradl dal 2015 lascerà LCR Honda e salirà in sella alla Yamaha del team Forward Racing. Negli ultimi giorni la notizia era trapelata dalle parole di Giovanni Cuzari, boss del team Forward, ma a darne conferma è proprio il rider tedesco.

“Non voglio anticipare molto, perché non ho ancora firmato un contratto – ha detto Bradl in un’intervista a Speedweek -. Comunque non abbiamo bisogno di parlarne ancora a lungo, siamo molto vicini alla firma. Dobbiamo chiarire solo qualche dettaglio”.

Il tedesco non ha mai trovato una perfetta sintonia con la Honda di Cecchinello ed ha capito di non essere più il benvenuto… “Siamo arrivati al Sachsenring e non c’era più alcuna informazione sul mio futuro. Zero. A quel punto ho capito che era il caso di iniziare a pensare al piano B ed al piano C”.

Dopo il Gran Premio del Sachsenring Bradl si è recato a Lugano per fare visita alla futura squadra, dove ha avuto una sensazione positiva. Inoltre potrà contare su una moto satellite di tutto rispetto: “Se si guarda a ciò che ha fatto Aleix Espargaro con questa moto, non ci sono dubbi sul fatto che si tratti di un pacchetto competitivo. Sicuramente il motore della M1 è di grande aiuto – ha aggiunto Stefan Bradl -, inoltre ci sono sia il telaio della M1 che quello più evoluto costruito da Forward su cui lavorare”.

 

 

Redazione