MotoGP 2014, Carmelo Ezpeleta: “Marc Marquez? Prima o poi qualcuno lo batterà”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

L’amministratore delegato della Dorna Sports, Carmelo Ezpeleta, ha definito Marc Marquez “eccezionale” alla luce dell’inarrestabile successo del pilota della Repsol nel Mondiale 2014 della MotoGP, spiegando che il pubblico internazionale, lungi dal diminuire, continua ad aumentare, e sostenendo che le vittorie messe a segno dallo spagnolo non sono state facili, dato che il ragazzo di Cervera “guida al limite”.

“Io preoccupato per il ‘fenomeno Marquez’? Mi fa l’effetto contrario. La gente si chiede se vincerà il decimo GP, o addirittura se porterà a casa tutti e 18 i premi. Ma prima o poi qualcuno lo batterà”, ha dichiarato ai colleghi di 20minutos.es, aggiungendo: “In Giamaica ci si domanda perché i velocisti della nazionale di atletica sono imbattibili? E allora perché lo facciamo in Spagna? Mi piacerebbe che gli spagnoli potessero credere che è possibile lavorare bene, e che il motociclismo spagnolo, con i presupposti giusti, può sfornare ottimi piloti”.

Intervenendo a un incontro sul futuro dello sport spagnolo organizzato dal Consejo Superior de Deportes (CSD) in collaborazione con la Universidad Internacional Menéndez Pelayo (UIMP) a Santander, Ezpeleta ha giudicato “difficile” che Marquez possa mettere a segno una doppietta in Moto2 e MotoGP, sulle orme dell’americano Freddie Spencer, che nel 1985 vinse il titolo della 250cc e della 500cc. “Erano altri tempi – ha chiosato -. Spencer era il pilota ufficiale della Honda in due categorie, la 250cc e la 500cc. Difficilmente un pilota come Marquez potrà fare altrettanto. Quest’anno ha vinto tutte le gare, ma non è stato facile. Guida al limite. Al Mugello e in Catalogna ha rischiato di perdere. È un pilota eccezionale, e solo il tempo potrà dirci fin dove è in grado di arrivare”.

Redazione