Multa sulle strisce blu: come e quando contestarla

(Getty Images)
(Getty Images)

L’automobilista a cui viene comminata una multa perché non ha pagato (o non ha esposto sul parabrezza) il ticket del parcheggio sulle strisce blu può sfuggire alla sanzione solo se, nelle vicinanze del parcheggio in questione, il Comune non ha predisposto un’area di sosta gratuita. Nei casi in cui non viene rispettato il principio dell’equa distribuzione tra strisce blu e strisce bianche, infatti, la multa viene considerata nulla.

In sede di giudizio, tuttavia, spetta all’automobilista dimostrare l’inadempienza del Comune producendo l’ordinanza con cui è stato disciplinato il posteggio dei veicoli nell’area in questione. Il principio è stato ribadito da una recente sentenza della Cassazione: solo attraverso quel documento il giudice può accertare l’irregolarità in capo all’ente locale.

Redazione