MotoGP, Andrea Iannone: “Honda e Yamaha veloci, ma stiamo lavorando per il podio”

Andrea Iannone (getty images)
Andrea Iannone (getty images)

 

 

Andrea Iannone potrà contare su una Ducati ufficiale nel prossimo Mondiale, un risultato guadagnato con anni di duro lavoro, impegno e talento. Agli inizi di agosto il pilota di Vasto compirà 25 anni e davanti a lui c’è ancora una carriera da onorare. Intanto quest’anno ha già siglato il record assoluto di velocità in MotoGp, raggiungendo i 349,6 km/h sul rettilineo del Mugello.

“E ‘stato fantastico, è stata una grande sensazione, ma non è stato facile, perché il controllo della moto è difficile – ha ammesso Iannone in un’intervista a Motogp.com -. Ma quest’anno in Mugello la mia moto era molto veloce perché la Ducati mi ha dato un nuovo motore. Quindi ero davvero felice di questo”.

Ma dal campionato 2015 Iannone dovrà dare il massimo di se stesso per tener testa alle Yamaha e alle Honda, sebbene la casa di Borgo Panigale stia progettando una nuovissima Desmosedici che, secondo gli addetti ai lavori, stupirà. “Non sarà facile perché il podio è molto difficile da raggiungere in MotoGP – ha detto il pilota abruzzese -, i piloti sono forti e le quattro moto ufficiali di Honda e Yamaha hanno prestazioni molto buone. Ma la mia squadra ed io stiamo lavorando per questo – ha concluso – e spero che in futuro sarà possibile”.

 

 

Redazione