Formula1: ritorna il GP del Messico dopo 23 anni di assenza

(foto Twitter)
Sergio Perez (Getty Images)

 

 

Dopo l’anticipazione di Bernie Ecclestone, è finalmente arrivata la conferma ufficiale: nel 2015 la Formula 1 tornerà in Messico. Una notizia in qualche modo storica, se si pensa che la capitale del paese ha ospitato l’ultimo GP ben 23 anni fa, come ha ricordato il sindaco Miguel Angel Mancera.

L’evento si disputerà a ottobre o novembre sui 4,4 km dello storico Autodromo Hermanos Rodríguez e sarebbe dovuto entrare già nel calendario di quest’anno, ma i ritardi nei lavori di ammodernamento dell’impianto non hanno reso possibile l’operazione. La ristrutturazione dei box, del paddock e delle aree riservate al pubblico è ormai a buon punto e dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno, mentre per la pista ci sarà da aspettare un po’ di più, visto che il layout definitivo non è stato ancora approvato.

“Sento che è il momento giusto per un nuovo incontro tra il Messico e la Formula 1, e sono sicuro che entrambi ne trarranno giovamento”, ha dichiarato Ecclestone in un videomessaggio proiettato nel corso della conferenza stampa. Il grande ritorno sul circuito messicano è stato reso possibile da un contrato di 5 anni – con un’opzione per altri 5 – siglato con la sua Formula one management (Fom).

Al momento sono due i piloti messicani che corrono in F1: Sergio Perez al volante della Force India ed Esteban Gutierrez con la Sauber.

 

 

Redazione