Michael Schumacher potrebbe tornare a casa: ipotesi microchip nel cervello

Michael Schumacher (getty images)
Michael Schumacher (getty images)

 

 

A circa sette mesi di distanza da quel tragico incidente sugli sci Michael Schumacher resta ricoverato in un centro specializzato per la riabilitazione di Losanna. Ma per l’ex campione di Formula 1 ci sarebbero piccole buone notizie in vista: infatti secondo i media elvetici entro la fine dell’estate potrebbe lasciare la clinica per trasferirsi nella sua proprietà a Gland, dove secondo indiscrezioni la moglie Corinna avrebbe fatto edificare un’apposita struttura senza scale esterne, probabilmente adibita come casa di cura a lungo termine per il marito.

Resta chiaro che Schumacher comunica con i suoi familiari solo con il movimento delle palpebre e se tornerà a casa sarà costretto su una sedia a rotelle elettrica che può essere guidata con la bocca. Intanto alcuni neurochirurghi croati hanno proposto l’installazione di un microchip nel cervello che potrebbe consentirgli di ritornare a parlare e camminare. La famiglia di Schumi e la clinica di Losanna non hanno per ora smentito le suddette notizie.

 

 

Redazione