Rilascio o rinnovo patente: l’UE impone nuove visite mediche più approfondite

foto dal web
foto dal web

 

 

L’Unione Europea ha deciso di approfondire gli accertamenti medici dell’automobilista che rinnova la patente di guida al fine di migliorare la sicurezza stradale. Infatti secondo dati ufficiali il 22% degli incidenti è causato da disturbi respiratori che compromettono il riposo e generano sonnolenza diurna.

Quindi da oggi in poi, al momento del rilascio o del rinnovo della patente, i cittadini europei saranno sottoposti a test su eventuali disturbi respiratori e a specifiche domande sull’OSAS (Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno). In caso di test positivo l’automobilista viene invitato ad effettuare un consulto medico, ma potrà comunque guidare il veicolo se dimostra le terapie in corso. A seconda della gravità dei disturbi la patente sarà rinnovata per 2 o 3 anni anzichè ogni 10 o 5.

 

 

Redazione