Nuova Volkswagen Scirocco: restyling estetico e motori aggiornati

(foto Twitter)
(foto Twitter)

La ventata di rinnovamento messa in circolo da Casa Volkswagen tocca anche la coupé Scirocco, che torna a scommettere sul futuro con una veste aggiornata nel design (dalle modifiche sul frontale ai gruppi ottici, al sistema di apertura del portellone) e negli interni (con una strumentazione più ricca, un nuovo sistema audio e il sistema di assistenza al parcheggio e di controllo dell’angolo cieco), ma soprattutto a livello di motori: le sei unità adottate sono infatti più potenti e garantiscono risparmi sui consumi anche dell’ordine del 19%.

Per quanto riguarda i quattro TSI a iniezione diretta di benzina (tutti Euro 6), la potenza è ora pari a 125 CV, 180 CV, 220 CV e 280 CV (3 CV in più per l’entry level 1.4, 15 per la Volkswagen Scirocco R e 20 per la 1.4 TSI a doppio compressore). Per le due motorizzazioni diesel – il 2.0 TDI da 150 CV e la versione da 180 – l’incremento è rispettivamente di 10 e 3 CV.

Secondo il Costruttore, la 1.4 TSI 180 CV scatta da 0 a 100 km/h in 7,4 s (a fronte degli 8 precedenti) e la R in soli 5,5 s. Sul versante dei consumi, invece, si segnalano la 2.0 TSI da 220 CV, equipaggiata con il sistema Stop&Start, la 2.0 TDI da 150 CV con 23,8 km/litro e la 1.4 TSI da 125 CV con 18,5 km/litro.

Ad agosto avranno inizio le consegne sui mercati europei, ed entro settembre è previsto l’arrivo in Italia. Sui prezzi non si sa ancora niente di preciso, ma probabilmente resteranno quelli attuali (a partire da 22.450 euro).

Redazione