MotoGP, motorhome di lusso e “Hotel Nieto”: ecco dove dormono i piloti

La Motorhome di Valentino Rossi
Il Motorhome di Valentino Rossi

 

 

Il Motomondiale non è solo quello che si svolge in pista, ma anche il piccolo mondo che ruota intorno, fatto di team esperti che studia tutto nel minimo dettaglio. Ma quanti di voi si sono mai chiesti dove dormono i piloti durante i week-end di gara? Un recente articolo de ‘La Gazzetta dello Sport’ fa chiarezza in merito…

Il villaggio che viene creato nell’autodromo conta circa 20 motorhome (una ‘moda’ nata nel 1978 con il camion trasformato in casa viaggiante da Kenny Roberts, mentre tutti gli altri usavano la roulotte…) e chi può risiedervi ha il vantaggio di evitare le file domenicali per accedere al circuito. Qui possono accedervi solo i piloti della classe regina, a meno che non vogliano fare uso dell'”Hotel Lieto”, gestito dai fratelli Angel e Pablo Nieto (ex piloti ora team manager). Trattasi di quattro motorhome di lusso, 16 camere in totale dotate di ogni comfort, con prezzi da 2.000 euro a Gran Premio. Tra i clienti Alvaro Bautista, Marc e Alex Marquez, Romano Fenati, Francesco Bagnaia, Niccolò Antonelli, Lorenzo Baldassarri.

 

Valentino Rossi, come molti sapranno, possiede un motorhome (una simile ce l’ha in affidamento Andrea Iannone) di 85 metri quadri, due stanze con bagno, oltre ad una sala centrale, televisori con maxi-schermo, PlayStation, impianti audio di ultima generazione. Una piccola casa di lusso che per essere spostata richiede una matrice di 16.000 cmc, capace di erogare 400 CV, con consumi stimati di 2 km/l (con il serbatoio da 800 litri il pieno di gasolio ammonta a oltre 1.000 euro).

Gli altri piloti della classe regina possiedono quasi tutti un motorhome, mentre quelli delle classi minori, se non possono permettersi un posto in camera dai fratelli Nieto, sono costretti a trovare l’albergo più vicino all’autodromo e svegliarsi presto al mattino…

 

 

Redazione