MotoGP 2014, Jorge Lorenzo: ecco perchè la Honda è più veloce della Yamaha

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

 

Jorge Lorenzo ha chiuso la prima metà del Mondiale con un promettente terzo posto sul circuito del Sachsenring, alle spalle delle Honda di Marquez e Pedrosa, al momento difficilmente irraggiungibili. Ma anche il nuovo regolamento, oltre alle gomme Bridgestone, ha in parte penalizzato la Yamaha M1…

“Fino adesso, nel 2014, è mancato qualcosa, non solo un aspetto specifico. Rispetto alla Honda, nel 2013, soffrivamo di più il consumo di benzina – ha spiegato Jorge Lorenzo in un’intervista a Moto.it – e per adattarsi al nuovo regolamento che prevede 20 litri invece di 21, in Yamaha hanno dovuto lavorare molto sul motore ed è cambiata l’erogazione: adesso è più brusco e nervoso, non ha più la stessa guidabilità. Inoltre, la Bridgestone ha introdotte delle gomme con la carcassa più dura – ha aggiunto il vice campione iridato -: la conseguenza è un minore grip alla massimo inclinazione e nella prima parte di accelerazione la moto si muove molto, più di prima”.

 

Ma rispetto al 2013 lo spagnolo della Yamaha sembra aver perso qualcosa… “I miei punti forti sono sempre stati proprio la percorrenza di curva e l’accelerazione, ma avendo perso qualcosa proprio lì, non sono più efficace come nel 2013 – ha proseguito il pilota spagnolo -. Non solo: il nuovo cambio seamless ha richiesto un po’ di adattamento nell’uso della frizione e il rendimento di Marquez è migliorato rispetto all’anno scorso. Tutti questi aspetti messi insieme fanno la differenza. La Yamaha è sempre un’ottima moto, con la quale si può vincere, come sta dimostrando Rossi a 35 anni, spesso in lotta per la prima posizione, ma se non sei a posto al 100% – ha concluso Jorge – tutto diventa più difficile”.

 

 

Redazione