MotoGP Sachsenring, Valentino Rossi: “Lorenzo ed io attaccati a Dani Pedrosa”

Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)

 

 

Valentino Rossi deve accontentarsi della seconda fila al Gran Premio di Germania, ma un problema con le gomme non ha dato chance al pesarese, in difficoltà sin dalle prove libere del venerdì. Ma la seconda fila, d’altro canto’, è un buon punto di partenza per poter restare incollati alle Honda di Marquez e Pedrosa…

“Quella gomma aveva qualcosa che non andava, i tecnici della Bridgestone la stanno esaminando ma non ho ancora idea di quale sia stato il problema – ha spiegato il Dottore -. Slittava tantissimo, non riuscivo neppure ad aprire il gas e ho girato un secondo più lento rispetto al mio miglior tempo. È un peccato, perché con la seconda copertura solitamente riesco a migliorare di due o tre decimi”.

Del resto non è un segreto che la pista tedesca è appannaggio delle Honda, ufficiali e non… “Marquez e Pedrosa hanno un gran passo ma non sottovaluto neanche Bradl – ha sottolineato il campione di Tavullia -. Da tre o quattro stagioni questa pista è appannaggio della Honda, ricordo che nel 2012 Dani e Stoner diedero più di 10 secondi a Lorenzo. Ci sono molte curve strette e accelerazioni da basse velocità dove sono avvantaggiati. Per la M1 è una pista troppo stretta ma non siamo lontani. Marc è il migliore sul ritmo, poi c’è Dani e sia io che Jorge gli siamo attaccati”.

 

 

Redazione