Mancato pagamento del pedaggio autostradale: ecco che cosa bisogna fare

foto dal web
foto dal web

 

 

Spesso capita di dimenticare il portafogli a casa o, per un qualsiasi motivo, di trovarsi al casello dell’autostrada senza soldi e non poter pagare il pedaggio corrisposto. Ma non è un grosso problema, dal momento che quando la somma dovuta non viene versata, interamente o in parte, viene emesso uno scontrino che attesta il mancato (o parziale) pagamento, sia nelle piste con operatore che in quelle automatiche.

In tal caso viene rilasciato un “Rapporto di Mancato Pagamento” in cui vengono riportati i dati del veicolo (classe e targa) e di transito (data, ora, casello di uscita e, quando disponibile, il casello di entrata e l’importo da pagare).

 

Il mancato pagamento deve essere pagato entro 15 giorni dalla data di emissione, altrimenti scattano gli aggravi. Inoltre, come si legge sul sito di Autostrade, “il mancato versamento di quanto dovuto comporterà il recupero forzoso del credito con il conseguente aggravio delle spese a carico del debitore (art. 373 Regolamento al Codice della Strada).

 

Ma quali sono le modalità di pagamento?

– Online e senza costi aggiuntivi qualora si tratti delle seguenti società: Autostrade per l’Italia, Tangenziale di Napoli, Società Autostrade Meridionali, Raccordo Autostradale Valle d’Aosta, Società Autostrada Tirrenica.

– Con le seguenti carte di credito o prepagate: Visa, Visa Electron, Mastercard, PostePay e Maestro.

– Bonifico bancario per le seguenti società: Autostrade per l’Italia S.p.A., Società Autostrada Tirrenica S.p.A. e Raccordo Autostradale Valle d’Aosta

– Punto Blu e casello autostradale (in questo secondo caso solo nelle porte con operatore).

– Uffici postali: versamento dell’importo dovuto sul c/c n° 371500 intestato a Autostrade per l’Italia, indicando nella causale di pagamento il numero di targa del veicolo ed il numero del mancato pagamento.

 

Per i clienti che non possiedono il biglietto di ingresso perché smarrito o non ritirato, in alternativa alla possibilità di autocertificare online il casello di entrata, è possibile scaricare il modulo di autocertificazione direttamente dal sito Autostrade.it. In questo modo potrete evitare di pagare il pedaggio calcolato dalla più lontana stazione di entrata. La dichiarazione, resa sotto responsabilità penale, potrà sempre essere verificata dalla Società Autostrade attraverso le telecamere presenti a ogni casello. Pertanto, in caso di dichiarazioni false si rischia una condanna penale.

 

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il Servizio Clienti preposto alla gestione dei rapporti di mancato pagamento ai seguenti numeri: TELEFONO – 055.42.10.452 (dal lunedì al venerdì: 09.00-17.00) FAX – 055.42.02.505

 

 

Redazione