Autovelox: se sono gestiti da società private la multa è nulla

(foto Twitter)
(foto Twitter)

La gestione dei famigerati autovelox compete solo ed esclusivamente da pubblici ufficiali. Le ditte private possono occuparsi soltanto di attività “ausiliarie” (dall’inoltro dei verbali alla sostituzione rullini, al supporto tecnico agli agenti per il montaggio e l’installazione degli apparecchi). E l’invio dei verbali gestito da società private può addirittura configurare una violazione della privacy degli automobilisti.

A confermarlo è una sentenza del giudice di Pace di Pavia, il quale ha stabilito che l’attività di identificazione del trasgressore (mediante consultazione delle apposite banche dati) e la conseguente notifica del verbale non possono in alcun caso essere gestite da soggetti esterni alla pubblica amministrazione. Se quest’ultima non è in grado di documentare di aver svolto l’attività di accertamento dell’infrazione, dunque, la multa può essere annullata.

Redazione