MotoGP: Yamaha vuole ridurre l’ingaggio. Jorge Lorenzo: “Ho dato due titoli…”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo si trovano nella stessa situazione: non hanno altra scelta che confermare il contratto con le rispettive squadre, ma dopo aver tentato di negoziare il loro compenso. O meglio, la riduzione del loro compenso…

Con un Marc Marquez sull’onda di un successo inarrestabile, e che ha già rinnovato il contratto con HRC, la fetta più grossa di una torta stimata in 10 milioni di euro non è più nella disponibilità di Dani Pedrosa.

Le parti si sarebbero completamente invertite, dato che Marc Marquez – il quale ha precisato non senza ironia che alla sua giovane età i soldi non sono la cosa più importante e che non ha letto con troppa attenzione il suo contratto -, raggiungerebbe nel 2015 il compenso versato a Dani Pedrosa nel 2014, ossia circa 8 milioni di euro.

Per Dani Pedrosa, la conseguente riduzione di stipendio è dunque difficile da mandar giù, ma di fatto non c’è alternativa: il budget Suzuki, stimato in 5 milioni di euro, non è abbastanza consistente da poter soddisfare le sue aspettative…

Situazione identica per Jorge Lorenzo, che ha confidato a Solomoto che al momento le trattative sono di ordine puramente economico, dato che Yamaha gli avrebbe proposto per il 2015 un compenso basato sui risultati del 2014.

Jorge Lorenzo: “Penso che le cose non sarebbero dovute andare così, che non sia giusto. Ho dato due titoli mondiali e diversi titoli di vicecampione…”.

Redazione