MotoGP: Ducati chiama Andrea Iannone. “Tutto dipende da Crutchlow…”

Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (Getty Images)

 

 

Andrea Iannone sta portando nelle zone alte della classifica il team Pramac Racing, ben al di sopra dei risultati ottenuti da Cal Crutchlow con la Ducati ufficiale. E il futuro di Iannone dipenderà molto dalle scelte del pilota britannico, legato alla Ducati fino alla fine del 2015, ma profondamente scontento da questo Mondiale: sedicesimo in classifica con appena 22 punti.

In un’intervista a Motogp.com Paolo Campinoti, Team Principal di Pramac Racing, si è detto entusiasta dei risultati del pilota abruzzese anche se pare non volersi adagiare sugli allori: “Siamo cresciuti in termini di risultati e i nostri piloti hanno dato segni di crescita e maturitá. Ma non ci fermiamo: stiamo lavorando per disputare una seconda parte di stagione anche migliore della prima”.

Ma Campinoti sa di poter perdere a breve il suo gioiellino… “Tutto dipende dalle mosse di Cal Crutchlow. Se l’inglese rinnova, la situazione rimane quella che è attulmente. In caso contrario, Andrea è automaticamente nel Ducati Team: loro hanno giá esercitato l’opzione”. E in Pramac potrebbero aprirsi le porte per Stefan Bradl che ancora non ha rinnovato.

 

 

Redazione