Sesso orale alla guida dell’auto: si può ricevere una multa?

foto dal web
foto dal web

 

 

Sesso in auto, un’abitudine tramandata da oltre mezzo secolo e che non smette mai di far parlare di sè! Ma forse non tutti sanno che persino il sesso orale mentre si è alla guida può comportare un illecito amministrativo e penale, nonostante non ci sia una legge che lo vieti espressamente.

Come ben spiegato dall’avvocato Eugenio Gargiulo sulle pagine di Oggi.it, “il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, in particolare l’arresto tempestivo del mezzo ( Art. 141, c. 2, C.d.S. La violazione del presente articolo è punita con la multa da 41 a 168 euro); in seconda battuta, il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie alla guida (Art. 169, c. 1, C.d.S. La violazione del presente articolo comporta una multa da 84 a 335euro ).

Di conseguenza il sesso orale consente una certa libertà di movimento, ma riduce il livello di attenzione dell’autista oltre a comprometterne la prontezza di riflessi. Ovviamente la sanzione viene ratificata in base ad ogni singolo caso e al libero apprezzamento degli agenti di polizia. Meglio accostare, appartarsi da occhi indiscreti e procedere con le dovute cautele…

 

 

Redazione