Multe stradali: il ricorso al Giudice di Pace diventa ancora più salato…

(foto Twitter)
(foto Twitter)

Non c’è pace per gli automobilisti. Dopo i rincari dell’RC auto, l’aumento del bollo e le nuove accise sul carburante, ecco che arriva un nuovo salasso: la tassa per fare ricorso al Giudice di Pace contro le multe ritenute “ingiuste” passa improvvisamente da 37 a 43 euro (ben 10 in più rispetto al 2010, quando l’importo era di “soli” 33 euro…).

Per la precisione, la tassa è di 43 euro se il valore della controversia è inferiore a 1.100 euro, 98 euro se è compreso tra 1.100 e 5.200 euro, e 237 euro se è compreso tra 5.200 e 26.000 euro. Non solo: per tutte le cause civili di valore superiore a 1.100 euro è dovuta a titolo di anticipazione forfettaria una marca da 27 euro…

In sostanza, chi prenderà una multa per un divieto di sosta (che di solito ammonta a una quarantina di euro) dovrà pagarne 43 solo per istruire la pratica del ricorso. Il calcolo della convenienza è presto fatto…

Redazione