MotoGP 2014, Jorge Lorenzo: “Ad Assen la mia peggior gara, chiedo scusa a tutti”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

 

Quella di Assen è stata una gara totalmente da dimenticare per Jorge Lorenzo, tredicesimo al traguardo dopo un GP all’insegna della pioggia e del cambio gomme. Lo spagnolo ha iniziato la gara con gomme da bagnato, dopo otto giri è rientrato ai box per montare sulla M1 con gomme slick, ma dopo un po’ ha ripreso a piovere e ad ogni giro ha perso decimi. A ciò si aggiunga il ricordo della caduta della scorsa stagione sul medesimo tracciato…

 

“Devo dire che la moto andava molto bene sia sul bagnato sia sull’asciutto, ho fatto io una brutta gara, come pilota – ha ammesso il pilota spagnolo della Yamaha -. La mia fiducia non era al massimo; non volevo rischiare di farmi male come l’anno scorso. Non ho spinto abbastanza quanto gli altri, è stata una brutta gara per me”.

Jorge Lorenzo da vero campione ha chiesto scusa al suo team e ai tifosi: “Vorrei scusarmi con la mia squadra, i meccanici e i miei tifosi perché tutti hanno fatto del loro meglio, ma è stata la mia peggior gara di sempre – ha proseguito Lorenzo -. Sull’asciutto ero molto fiducioso non avevo paura di cadere, ma quando è iniziato a piovere sono riaffiorati. I brutti ricordi dello scorso anno. In futuro, se mai dovesse ricapitarmi – ha concluso -, spero di essere più sicuro di me stesso”.

 

 

Redazione