Rivoluzione RC Auto: polizze meno care, adesso arrivano le banche

(foto Twitter)
(foto Twitter)

Le banche svolgono un ruolo sempre più rilevante nel business delle RC Auto e per i consumatori si prospettano nuovi vantaggi e interessanti opportunità di risparmio.

Se finora solo il 3% delle polizze assicurative è stato venduto attraverso gli istituti bancari e le tradizionali agenzie continuano a fare la parte del leone (83%), con le compagnie “dirette” e i broker che si spartiscono la quota di mercato residua (rispettivamente il 6% e l’8%), presto lo scenario potrebbe mutare radicalmente, sull’onda di una serie di offerte particolarmente “aggressive”…

Uno dei primi istituti a essersi mossi in questa direzione è Intesa San Paolo, che ha appena lanciato il programma “ViaggiaConMe”: una polizza che prevede l’installazione di un piccolo dispositivo all’interno dell’auto attraverso il quale è possibile richiedere assistenza 24 ore su 24. Il premio è rateizzabile e in caso di sinistro con colpa la classe di bonus/malus non dovrebbe subire variazioni. L’obiettivo di Intesa San Paolo è arrivare entro il 2017 ad almeno un milione di clienti (cioè il 10% dell’intera clientela del gruppo).

L’altro colosso bancario nazionale, Unicredit, ha già pronta la controrisposta: entro ottobre proporrà una polizza in collaborazione con Allianz, con un obiettivo di medio termini di almeno 500.000 nuovi assicurati…

Redazione