Michael Schumacher, documenti rubati durante trasporto in elicottero: s’indaga sui lettighieri

Michael Schumacher (Getty Images)
Michael Schumacher (Getty Images)

 

 

Sono trascorsi sei mesi da quel terribile incidente sulle piste sciistiche di Meribel, quando Michael Schumacher durante una discesa su un tratto fuoripista inciampa e sbatte la testa contro una roccia. Da allora l’ex pilota di Formula 1 ha subito due interventi al cervello ed ha trascorso oltre cinque mesi in coma, per poi risvegliarsi ed essere trasferito a Losanna, alla clinica Vaudois specializzata nel recupero neurologico.

Ma durante il trasferimento in elicottero dalla Francia alla Svizzera qualcuno avrebbe cercato di approfittare della situazione e sottrarre alcuni documenti medici per rivenderli ai media. Secondo le prime indiscrezioni le attenzioni sarebbero puntate su uno o più lettighieri. La società che gestisce il servizio di ambulanza ha evitato per ora ogni commento.

Secondo il procuratore di Grenoble, Jean-Yves Coquillat, le informazioni rubate si ridurrebbero ad una semplice lettera di un medico che sarebbe stata fotografata da un sanitario svizzero durante il viaggio. Dovrebbe trattarsi di un estratto della lettera di dimissioni e non l’intera cartella clinica come inizialmente ipotizzato. Questo documento è stato poi offerto a 50.000 euro a diversi media via mail.

 

 

Redazione