MotoGP: Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e la paura di cadere. “Ci vuole tempo per dimenticare”

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

 

 

Il Gran Premio di Assen 2014 ha rappresentato una delle gare peggiori in carriera per Jorge Lorenzo che ha tagliato il traguardo in tredicesima piazza, su una pista bagnato che gli ha ricordato l’incidente di un anno fa. Stessa pista, stesso asfalto bagnato, e la consapevolezza di aver ormai perso le speranze per la vittoria iridata…

“Non gli ho ancora parlato ma penso che la caduta dello scorso anno possa avere avuto una certa influenza in questa occasioni – ha spiegato Valentino Rossi al termine del Gran Premio d’Olanda -. Oggi le condizioni erano difficili per tutti, una volta montate le slick non era facile capire quale fosse il limite. Però Jorge è stato veloce nelle libere e penso che al Sachsenring sarà di nuovo competitivo”.

Quando la paura ti attanaglia può diventare difficile sbloccarsi a gara in corso. Una situazione più o meno simile è capitata anche al Dottore… “Dopo l’infortunio al Mugello. Ero caduto a causa delle gomme fredde e quando sono tornato in pista – ha proseguito Rossi – facevo molta attenzione nei primi giri, ci pensavo. C’è voluto un po’ di tempo per dimenticarlo”.

 

 

Redazione