MotoGP 2014, Marc Marquez: “Se non derapo perdo mezzo secondo al giro”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

 

Per una volta Marc Marquez non è il più veloce e si fa precedere dal connazionale Aleix Espargarò, ma il risultato non preoccupa il campione in carica della Repsol Honda.

 

“La gomma più morbida lo ha aiutato, so che non andrà male neppure in gara, come anche suo fratello Pol – ha detto Marquez in conferenza stampa -, ma penso che in questo momento i rivali più forti rimangono Lorenzo, Rossi e Pedrosa. Questa pista si adatta particolarmente bene allo stile di guida di Jorge, è quello che mi preoccupa di più. E non bisogna farsi ingannare dalla posizione di Valentino, il suo ritmo è sui livelli dei primi. Se le temperature dovessero abbassarsi – ha aggiunto il pilota spagnolo -, credo che le Yamaha si avvicineranno ancora”.

Il campione ha poi ‘svelato’ un piccolo segreto del suo stile di guida: “Le libere sono il momento migliore per trovare il limite, mentre nelle qualifiche si deve essere più attenti. Io guido così, ho anche cercato di limitare le derapate perché così facendo la temperatura della gomma posteriore rimarrebbe più bassa. Ci ho provato, ma perdo mezzo secondo al giro e perciò è meglio continuare come sempre”, ha concluso Marquez.

 

 

Redazione