Michael Schumacher, cartella clinica in vendita a 50.000 euro. La polizia avvia un’indagine

Michael Schumacher (getty images)
Michael Schumacher (getty images)

 

 

Alcuni giorni fa dall’ospedale di Grenoble sono state rubate le cartelle cliniche di Michael Schumacher, ricoverato in coma nell’ospedale francese per oltre 5 mesi, in seguito all’incidente rimediato sugli sci. Secondo indiscrezioni i documenti sanitari sarebbero stati offerti ad alcuni media, ma ormai la loro pubblicazione potrebbe rivelarsi alquanto pericolosa. Alcuni giornali online d’Oltralpe parlano di una cifra di 50.000 euro richiesta da un anonimo ad alcuni media tedeschi, inglesi e francesi in cambio di una copia della cartella clinica dell’ex pilota tedesco.

Infatti la polizia francese ha avviato un’indagine sul furto senza seguire una pista ben definita: “Per il momento non c’è niente di sicuro su quanto riferito su questo argomento” ha dichiarato il procuratore di Grenoble, Jean-Yves Coquillat in un’intervista al quotidiano ‘La Depeche du Midi’. I dirigenti del nosocomio hanno però presentato alle autorità una denuncia.

I documenti sarebbero stati copiati a mano da un ladro ben informato, dato che l’intestatario era un nome ‘criptato’ (Jeremy Martin) e avrebbe approfittato di un attimo di distrazione nelle ore precedenti al trasferimento di Schumacher in Svizzera. Un file di 12 pagine sulle cui tracce si sono messi gli investigatori.

 

 

Redazione