MotoGP, Andrea Iannone: “Sono due anni che corro in queste condizioni, ma se la Ducati…”

Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Iannone (Getty Images)

 

 

Andrea Iannone in questa stagione ha dimostrato molte volte di poter essere all’altezza dei big nonostante una moto satellite. Il pilota abruzzese della Pramac racing ha avuto un tentativo di avvicinamento dalla Suzuki per il 2015, ma la speranza è di poter approdare alla Ducati ufficiale, qualora cal Crutchlow o Andrea Dovizioso dovessero andare via.

“La Suzuki mi ha offerto una moto ufficiale e sicuramente questo è molto importante per me – ha spiegato Iannone a MotorCycleNews -. La mia priorità però è di entrare a far parte del Factory Team Ducati ed avere una moto più competitiva. Voglio andare nel team ufficiale con un contratto da ufficiale. Con questo non voglio dire che non mi piacerebbe anche rimanere alla Pramac – ha aggiunto il giovane pilota italiano -, ma solo che il Ducati Team è il meglio che si può avere guidando una Ducati, perché garantisce maggiori garanzie di sviluppo”.

 

Qualora Cal Crutchlow decidesse di rimanere Iannone sarebbe disposto anche ad accettare un’altra stagione in sella alla Pramac, ma a patto di esere seguito di più dai tecnici della case madre: “Sono due anni che corro in queste condizioni, ma se la Ducati mi dovesse dare una moto ufficiale, aumentando il suo supporto all’interno del team, allora non avrei problemi a continuare con Pramac”, ha concluso Andrea Iannone.

 

 

Redazione