Bollo non pagato, vigili sequestrano auto a donna incinta di 9 mesi: “Prenda un taxi…”

foto dal web
foto dal web

 

 

Miriana Pelliccia è una ragazza 29enne di Torino, al non mese di gravidanza. Durante un controllo di routine da parte dei vigili urbani le è stato notificato un fermo amministrativo per dei bolli non pagati. L’auto è stata subito sequestrata dal carro attrezzi e lasciata sola, sotto il sole, a 60 km da casa sua, costretta a prendere un taxi.

L’episodio è stato riportato da ‘Repubblica’ dove la ragazza ha raccontato: “Mi dicono che non possono fare nulla. Che loro devono sequestrare la macchina. Punto. Non un minimo di umanità. Anzi. Si mettono a fare i verbali del caso. Va bene, è giusto, ma io non so cosa fare. Scoppio a piangere. Sono disperata. Provo a passare loro al telefono il mio compagno, anche a lui dicono che non sanno cosa farci. E ribadiscono, con una battuta, ‘Può prendersi un taxi'”.
“La macchina, un pick up Isuzu DMax, non è mia ma di mia suocera, della madre del mio compagno – prosegue Miriana Pelliccia -. Mi sembrava strano. Mi dicono che ci sono vari bolli non pagati, che il debito ammonta a 2mila euro e che la devono sequestrare. Mi pare tutto così assurdo. Chiamo mia suocera, chiamo il mio compagno, nessuno ne sa nulla. Non abbiamo mai ricevuto una comunicazione, un avviso”.

 

 

Redazione