MotoGP 2014, Alberto Puig: “Non mi aspettavo un Valentino Rossi così veloce”

Alberto Puig (Getty Images)
Alberto Puig (Getty Images)

 

 

Alberto Puig è un ex pilota spagnolo, poi manager di Dani Pedrosa, oggi collaboratore HRC oltre che commentatore televisivo. In un’intervista al sito Moto.it ha parlato del Mondiale in corso, del fenomeno Marc Marquez e del ritrovato Valentino Rossi.

“Marc guida molto bene, è sensibile e sente tanto la moto – ha spiegato Puig -. Nel 2013 è caduto tante volte e questo gli è servito per capire bene qual è il limite suo e della RC213V: non a caso, adesso commette pochissimi errori. Questo è il primo elemento. Il secondo è che ha un potenziale molto grande, il terzo è il maggiore rischio che prende rispetto ai suoi rivali, il quarto è che guida un “missile”, un progetto totale: la Honda, in questo momento – ha aggiunto -, funziona quasi alla perfezione. La combinazione Marquez-RC213V è fenomenale, alla fine il risultato è quello che si vede: la sua vittoria è quasi matematica”.

Ma a sorprendere l’ex pilota è anche il nuovo stile di guida del 35enne Valentino Rossi: “Devo essere sincero: non mi aspettavo un Rossi così veloce e determinato – ha affermato Puig -. La mia convinzione era che, in situazione normale, Marquez, Lorenzo e Pedrosa facessero storia a parte, pensavo che Valentino avesse qualche possibilità, ma piuttosto limitate. Questo inizio di stagione mi ha smentito, mi fa pensare di essermi sbagliato: Rossi ha ancora una grande voglia e, soprattutto, l’orgoglio di non accettare che altri vadano più forte di lui e per questo lotta con tanta grinta. Davvero bravo”.

 

 

Redazione