La pista del ranch di Valentino Rossi era abusiva, papà Graziano costretto a pagare

foto Twitter
foto Twitter

 

 

Il ranch di Tavullia appartenente a Valentino Rossi è stato multato perchè la pista da motocross era abusiva. Ma il padre del pilota, Graziano Rossi, si è recato in Tribunale per chiedere di oblare il reato contestato dalla Procura. Un abuso edilizio di entità ‘lieve, dato che è stata contestata una difformità rispetto al progetto iniziale. Il signor Rossi ha dovuto così sborsare 13mila euro per mettersi a posto con la giustizia. Almeno per il momento.

Infatti al signor Graziano, al geometra dei lavori e alla ditta che ha realizzato il circuito del ranch ‘La Biscia’ vengono contestati anche i reati di falso e ambientale, per cui dovranno rispondere alla prossima udienza del 2 dicembre. Ma i guai non finiscono qui, perchè cinque famiglie residenti nei pressi della villa di Valentino hanno presentato un esposto in Procura a causa dei rumori assordanti provenienti dalla pista. Nei prossimi mesi sapremo come andrà a finire…

 

 

Redazione