Michael Schumacher “pesa 20 kg in meno”. La condizione clinica è grave

Michael Schumacher (Getty Images)
Michael Schumacher (Getty Images)

 

 

Da oltre cinque mesi Michael Schumacher è in coma, immobile in un letto dell’ospedale di Grenoble, una situazione che di certo non fa pensare al meglio. Secondo la rivista tedesca ‘Bild l’ex pilota della Ferrari avrebbe perso 20 kg e oggi peserebbe intorno ai 53 kg, a causa dell’inattività dei muscoli e dell’assunzione continua di sedativi.

“Perdere peso per i pazienti in coma – ha spiegato il dottor Curt Diehm – è una cosa normale, ma i 20 kg che ha perso Michael sono troppi per una persona di corporatura media. La spiegazione principale porta alla muscolatura che in questi giorni si è lentamente ritirata”.

Da diverse settimane la portavoce Sabine Kehm non rilascia dichiarazioni ufficiali e, secondo un’intervista rilasciata da un medico specialista tedesco al ‘Daily Express’, le probabilità che Schumi si risvegli da persona sana sono molto basse: “Solo il 30% delle persone che sono finite in coma a causa di traumi cerebrali e poi si sono riprese ha poi potuto ricominciare una vita normale”, ha dichiarato l’esperto di riabilitazione. “Il 50% dei pazienti ha riportato problemi più o meno seri, mentre il 20% è stato costretto a combattere con gravi disabilità. E in questo 20% – si legge sul ‘Daily Express’ – sono comprese quelle persone che hanno sofferto una fase di coma lunga più di 6 mesi”.

 

 

Redazione