Gli Autovelox finti nei box arancioni sono illegali?

foto dal web
foto dal web

 

 

 

Gli autovelox finti nei box arancioni sono oggetto di polemiche negli ultimi giorni. Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha dichiarato tempo fa che i finti autovelox sono fuori legge e posso essere pericolosi. I manufatti porta-autovelox, non inquadrabili in nessuna tipologia prevista dalla normativa stradale, possono essere utilizzati come armadi di contenimento dei misuratori elettronici: i Comuni che, nel centro abitato, vogliono scoraggiare la velocità eccessiva, installano qualche box porta-autovelox. Il problema è che il Decreto interministeriale per attuare la legge 120 del 2010 che definisce tale questione e che doveva tradurre in regole scritte le dichiarazioni del ministro Lupi sul blog, non comprenderà questa situazione specifica.

 

 

Stando poi a poliziamunicipale.it, ad aprile sono arrivati due pareri del Ministero dei Trasporti che contraddicono quanto dice il titolare di quel Ministero: protocollo numero 1638 dell’8 aprile 2014 e protocollo numero 1870 del 18 aprile 2014. Nessuna disposizione normativa impedisce ai Comuni – dicono le circolari – di installare gli armadietti porta-autovelox reputano opportuno. Anche come semplici dissuasori. Purché ogni tanto venga effettivamente realizzato qualche controllo di polizia stradale ospitando un misuratore al loro interno. Inoltre, nella segnaletica di preavviso, non vanno impiegati marchi che trasformano il segnale in pubblicità.

 

 

Redazione