Valentino Rossi: “Il dott. Costa angelo custode, ha salvato la vita a mio padre”

(fonte: Twitter)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

 

In occasione dell’incontro nella sala stampa del Mugello per il sesto appuntamento del calendario mondiale Valentino Rossi ha ricordato il Dott. Claudio Marcello Costa, protagonista di uno degli episodi che lo hanno toccato più da vicino. Fu proprio il dott. Costa, infatti, a salvare la vita a suo padre, Graziano Rossi, quando cadde all’ingresso della curva della Tosa sul circuito di Imola. Il medico si rese protagonista di un gesto eroico, attraversando il tracciato per praticare all’atleta il massaggio cardiaco.

 

 

Valentino ricorda bene gli attimi in cui suo padre ha combattuto tra la vita e la morte, e del dott. Costa ha detto: “Per me, ma anche per gli altri piloti più giovani, era un angelo custode, specialmente quando ero piccolo”.

 

 

“Per tutti i piloti è stato un grande aiuto, una grande sicurezza – ha aggiunto -, perché lui ha inventato un modo per sistemare le fratture e ridurre i tempi di recupero (…)”. il Campione lo ha sperimentato in prima persona quando nel 2010, nel corso del suo peggior GP, fu soccorso per una frattura proprio dal dott. Costa e dalla Clinica Mobile.

 

 

 

Redazione